goagroup-hennebique-render

esposizioni e cultura

commercio

strutture ricettive


Progettare per Hennebique, primo edificio in cemento armato d’Italia, non può prescindere dal riconoscerne l’intrinseca natura di “edificio-macchina”: 210 metri di lunghezza, 210 pilastri, 110 anni di continue trasformazioni.

Costruito fra la terra e il mare, non appartiene a nessuno dei due. Le proporzioni sono di nave, la natura è di edificio-macchina trattenuto al molo da una fitta selva di pilastri. Progettare per Hennebique vuol dire immaginare una nuova trasformazione, che muterà ancora, e funzioni che lo abiteranno in modo dinamico.


goagroup-hennebique-concept-funzioni
goagroup-hennebique-sezione

La luce naturale ripercorre, attraverso quattro grandi vuoti da cielo a terra e al piano del suolo, i soli due assi lungo i quali per un secolo è stato attraversato l’edificio, quello verticale dei silos e quello orizzontale dei binari. Alla rigidità dello spazio cartesiano, ridefinito dalla sottrazione di volume, si contrappone la libera attraversabilità degli spazi espositivi e delle funzioni in una logica non sequenziale ma ipertestuale, che moltiplica interferenze e reciproci rimandi fra le parti.


goagroup-hennebique-esploso-funzioni
goagroup-hennebique-render

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi